Darwin Class 107
Barca Dell'Anno 2015

13.10.2015


Ennesimo riconoscimento per il Cantiere delle Marche, leader mondiale nel mercato degli yacht dislocanti in acciaio e alluminio, che è stato premiato con il riconoscimento “Barca dell’Anno” nella categoria Superyacht con l’Explorer Yacht Darwin Class 107’.

Quest’anno, il Premio Barca dell'Anno 2015 di Vela e Motore, ha visto arrivare in finale trentacinque imbarcazioni suddivise in sette sezioni. Il premio, che il mensile Vela e Motore da tredici anni assegna alle novità candidate dai cantieri e valutate dalla giuria tecnica, è stato organizzato in collaborazione con Ucina Confindustria Nautica e assegnato nel corso della premiazione ufficiale del 2 ottobre al Teatro del Mare del 55° Salone Nautico Internazionale di Genova.

Questa la motivazione della giuria, per aver scelto il Darwin Class 107 come “Barca dell’Anno 2015”: “È sotto gli occhi di tutti come il momento che viviamo nel settore delle grandi barche sia di notevole vivacità. I cantieri sono tornati a investire tanta energia nella ricerca e nella qualità e il mercato li sta premiando portando verso il Made in Italy una clientela sempre più esigente e preparata. Cantiere delle Marche è una realtà tra le più giovani nel panorama dei grandi yacht ma, come è comprensibile, è sostenuta dalla passione di una dirigenza di grande e datata esperienza nel settore. La breve storia di questo brand è sorprendente in quanto è riuscito a imporsi in un comparto che, pur in forte crescita, lo ha portato a confrontarsi con competitor importanti che stanno proponendo yacht di caratteristiche eccellenti, ricchi di soluzioni nuove e molto interessanti. Ciò che dà ancor maggior risalto ai risultati di CDM è che la fascia dimensionale scelta per giocare questa partita è certamente non facile, quella dei 100’. La sfida è impegnativa in quanto “l’armatore tipo” di un explorer di questa dimensione pretende le qualità marine e di comfort del grande yacht condensate in una barca compatta, affidabile, capace di grande autonomia, di semplice gestione e, nell’ambito della sua classe, con costi di esercizio contenuti. Rubando l’aforisma commerciale a un famoso cantiere nordeuropeo potremmo definire le migliori realizzazioni di queste caratteristiche dei veri POCKET SUPERYACHTS. Visitando il Darwin 107, dopo averne apprezzato l’equilibrio nella disposizione dei volumi esterni, l’accoglienza degli interni e le scelte che semplificano e rendono gradevole la vita a bordo per lunghi periodi, si percepisce concretamente la capacità di razionalizzare e rendere facilmente accessibile una macchina complessa quale è una nave da diporto: l’ordine che si respira nei reparti tecnici, nelle zone di manovra e la linearità dei sistemi danno una sensazione di professionalità e sicurezza che stimola a osare mete fuori dall’ordinario. In conclusione, il metodo adottato da CDM per offrire uno yacht accattivante e che si è dimostrato vincente pare banale, ma non lo è: applicare il concetto di semplicità ad ogni possibile soluzione e noi crediamo che questo sia uno dei maggiori pregi di questa nave”.

Il 2015 è certamente un anno speciale per il Cantiere delle Marche: ben tre consegne di superyachts, un successo senza precedenti al salone di Cannes e ben due vendite oltre i 100 piedi nelle ultime tre settimane sono solo alcuni degli indicatori di un successo meritatissimo per il management e la proprietà di questo cantiere. Come se non bastasse, infatti, Il Darwin Class 107 è inoltre finalista agli International Superyacht Society Awards, insieme agli altri due Explorer Yacht di CdM, Darwin Class 102’ M/Y ACALA e Darwin Class 86’ M/Y Stella del Nord, le cui premiazioni si terranno durante il Salone Nautico di Fort Lauderdale a Novembre.

© Foto by www.velaemotore.it
SHARE