Venduto nuovo
Explorer Yacht
Acciaio 118’

16.02.2017


Cantiere delle Marche aggiunge al proprio order book un nuovo explorer yacht: Acciaio 118’. Da maggio 2016 a oggi, performance da record, una vendita ogni 40 giorni.

Prosegue a ritmo serrato il successo degli explorer yacht in acciaio e alluminio firmati Cantiere delle Marche. Il prestigioso Cantiere di Ancona annuncia oggi la vendita di un explorer yacht Acciaio 118’ destinato a un fortunato armatore.

La vendita è stata fatta in collaborazione con Konstantin Kolpakov e Richard Kaye di Arcon Yachts, i quali hanno introdotto i clienti al cantiere ed hanno seguito ogni singolo passo della trattativa con grande competenza e capacità di interpretare il ruolo di broker nel senso più completo e moderno del termine. Arcon Yachts sarà anche Build Representative: una scelta naturale dal momento che Richard Kaye svolge la stessa attività per la prima unità Acciaio 105 in costruzione.

Infatti, il nuovo yacht segue di soltanto sei mesi la vendita del primo Acciaio 105’: progettato anch’esso da Hydrotec, sarà la sintesi tra l’esperienza tecnica e quella progettuale del Cantiere leader nella costruzione di explorer yacht in acciaio e alluminio. Ancora una volta Cantiere delle Marche dimostra di essere perfettamente in grado di individuare con precisione le esigenze del mercato e conseguentemente ottimizzare la propria offerta per soddisfare tali esigenze. Sempre mantenendo molto a fuoco le proprie caratteristiche di base – il proprio DNA – di costruttore di Explorer Yachts capace di allargare gli orizzonti di tale categoria offrendo ai propri armatori la possibilità di vivere il mare “oltre i limiti dello yachting”.

Vasco Buonpensiere, Direttore sales&marketing di CdM sottolinea questo concetto, celebrando questo record di vendite e ricordando che: “i nostri clienti si rivolgono a noi sapendo che CdM è l’unico cantiere che ha dimostrato ripetutamente e in maniera consistente di essere in grado di ampliare il loro modo di pensare allo yachting e di metterli in grado di navigare e vivere le proprie barche come veramente lo desiderano, mettendo sullo stesso piano la voglia di visitare gli oceani di tutto il mondo e di essere dove la vita sociale accade, senza compromessi . Con barche come Acciaio, Nauta Air o Darwin, si può navigare in luoghi normalmente impossibili da raggiungere, si vivono spazi introvabili su altri yacht, si possono realizzare progetti impensabili fino ad ora. CdM ha finalmente eliminato la necessità di pianificare le proprie navigazioni basandole sui limiti della propria barca. CdM ha dimostrato di potere mettere in grado i propri armatori di espandere i propri orizzonti oltre i limiti dello yachting tradizionale”.

Ennio Cecchini, CEO e co-fondatore del Cantiere aggiunge: “ora che vinciamo premi anche per il design e la realizzazione dei migliori interni (ultimo il Design and Leadership Award ISS 2016), possiamo finalmente confermare al mercato che esiste un cantiere che - dalla impostazione del progetto alla realizzazione dello stesso - è in grado di offrire l’unica gamma di yacht al mondo che fonde perfettamente stile e solidità, sicurezza ed eleganza, un gamma di yacht che fa sentire a proprio agio sia a Ibiza che a Ushuaia, come i nostri attuali armatori stanno dimostrando”.

Lo yacht, previsto in consegna agli inizi del 2019, si aggiunge alle altre 6 unità, tutte oltre i 100 piedi, già in costruzione al Cantiere delle Marche.

Acciaio 118' racchiude in un unico progetto tutti le caratteristiche della produzione CdM: una struttura particolarmente robusta che utilizza acciaio e alluminio, una carena tonda dislocante che negli ultimi progetti si è evoluta con l’inserimento di un bulbo prodiero e riducendo i valori della immersione massima, volumi interni notevoli, garage in grado di contenere un tender 6mt, incremento delle aree esterne abitabili e linee esterne eleganti e decise allo stesso tempo.

Lo Yacht da 350 GRT è caratterizzato da uno scafo dislocante particolarmente performante, con bulbo prodiero, sezione maestra molto piena e sezioni poppiere piatte e avviate che consentono di avere uno spazio ottimale per l'elica ottimale e una linea d’assi praticamente orizzontale. Queste caratteristiche progettuali della carena consentono il raggiungimento di valori di consumo incredibilmente bassi di carburante cosa che, in abbinamento con la proverbiale robustezza dello scafo, contribuisce alla definizione del vero Explorer.

La carena non solo ha dimostrato di essere estremamente efficiente ma offre anche notevoli capacità di seakeeping che si possono trovare solo su navi molto più grandi. Su Acciaio 118' si è aumentato in misura significativa il livello di insonorizzazione per rendere la navigazione estremamente silenziosa e stabile in tutte le condizioni e in totale assenza di rumore.

Le linee esterne sono una combinazione di eleganza e aggressività, con la distribuzione del volume longitudinale più equilibrata, ampie finestre perfettamente armonizzate sia rispetto agli interni che agli esterni.

Come già è diventato sinonimo per CdM e per la linea di Darwin, l'Acciaio 118' offre una disposizione interna personalizzabile con volumi impareggiabili che vanta in media il 10 per cento in più di spazio rispetto ai suoi rivali. Il layout standard può contenere potenzialmente 6 cabine ospiti si sviluppa su 3 ponti con 4 cabine equipaggio. Il ponte principale ospita un ampio salone e sala con la cabina armatoriale a tutto baglio situata nella zona di prua. Sul ponte superiore si trova una sala sky lounge / media room che si apre su una zona pranzo all'aperto, mentre a prua della timoneria si trova un ulteriore zona prendere il sole. Acciaio 118' offre un Sun Deck enorme che offre spazio ad ogni genere di amenities, tra cui la vasca idromassaggio su misura, bar, prendisole ed un hardtop configurato naturalmente per permettere una zona d’ombra per il pranzo.