Cantiere delle marche:
varato ad Ancona
il nuovo Explorer yacht 82'

03.08.2012


È stato varato ad Ancona il nuovo Explorer vessel di 82 piedi in acciaio e alluminio costruito presso il Cantiere delle Marche.

Si tratta di un progetto one-off per un armatore purista del segmento Explorer: uno scafo blu marine, la prua alta che ricorda i Tug nordici e che trasmette sicurezza, robustezza e affidabilità. Non solo: il nuovo Yacht presenta diverse caratteristiche richieste espressamente dall’armatore: tra le più significative, la motorizzazione singola con “take-me-home system”, tipicamente adottata da barche da pesca e da lavoro e amata da tutti gli appassionati di Trawlers/Explorers.

Anche il layout degli interni ha subito svariate modifiche: intrattenendo e ricevendo anche personalità importanti a bordo ed apprezzando la forma anche nel servizio, l’armatore ha richiesto che la sala da pranzo fosse separata dalla zona conversazione/salotto. Ma il cliente ha anche modificato la parte che riguarda le cabine: la scelta di eliminare una cabina ospiti trasformandola in lavanderia/coldstorage/dry storage, è un segnale chiarissimo dei progetti di vita a bordo e di navigazione di questo armatore, che passerà quanto più tempo possibile in mare.

Tra i progetti, c’è anche quello di trascorrere le prossime stagioni invernali sull’altra sponda dell’Atlantico. Queste importanti differenze testimoniano la grande flessibilità di Cantiere delle Marche nell’esaudire tutti i desideri e le necessità dei propri armatori, portando la customizzazione dei propri progetti a livelli assolutamente non usuali per questa dimensione di yacht. Fin dalla sua fondazione, infatti, circa 20 mesi fa, Cantiere delle Marche si è sempre differenziato sul piano dei contenuti puntando sulla grande qualità e sull’unicità delle proprie realizzazioni. Ogni imbarcazione, prodotta in un ristretto numero di unità, garantisce durevolezza, marinità e bassi consumi uniti ai sorprendenti volumi degli interni.

La cerimonia si è svolta in forma privata alla presenza dell’armatore e di pochissimi, selezionati ospiti. Le parole commosse dell’AD di Cantiere delle Marche, Ennio Cecchini, hanno aperto la cerimonia, testimoniando il rapporto professionale pluriennale con l’armatore, che ha seguito il manager in questa nuova esperienza di successo.